Skip to content Skip to footer

All Posts

Perché Netflix ha abbandonato le stelle per i pollici

Il 05 Aprile la nota piattaforma di video streaming, Netflix, ha sostituito il propio sistema di votazione dei contenuti. D'ora in poi, infatti, non sarà più possibile esprimere il nostro voto sottoforma di stelle: da 1 a 5 a seconda del gradimento. Il sistema permetterà, invece, la scelta tra un Mi piace o un Non mi piace rappresentati, rispettivamente, da un pollice in su e un pollice in giù. Per capire cosa spinge una grande piattaforma come Netflix a modificare in modo così radicale i propri meccanismi di interazione, occorre innanzitutto comprendere lo scopo per cui i voti vengono utilizzati.

Twitter vola sempre più basso

Non siamo di certo in un periodo d'oro per il social network piumato che nonstante la lieve crescita degli ultimi mesi, soffre ancora di una serie di limitazioni intrinseche che lo rendono poco florido sotto il profilo economico. L'azzurro volatile, infatti, soffre più o meno da sempre di uno scarso interesse da parte degli inserzionisti e questo, ovviamente, si traduce in un continuo declino dal punto di vista economico.

Print multiple files in Linux

The problem

Print many files in a single session is a common problem for people that works with big data set. Big documentation, Tax forms PDFs, lot's of images or photos, are all data that are often stored in separated files. When you need to print them, you have to open each file with specific reader and click on print button.

Testi fai da te per il tuo sito Web? Meglio di no.

C'è contenuto e contenuto

Quando si realizzano siti Web su commissione, capita spesso di imbattersi in clienti più intraprendenti di altri che desiderano prender parte attivamente al processo di sviluppo, ed in particolare a ciò che riguarda la creazione e pubblicazione di contenuti. Capita dunque che ti forniscano molto materiale come loghi, immagini, fotografie, testi ed altri elementi multimediali e pretendano che tu li mescoli in un grande calderone per tirarne magicamente fuori un sito interessante, mirato, bello ed armonioso.

Accedere ad una VPN Cisco da Ubuntu utilizzando un file PCF

La Virtual Private Network (VPN) è un ottimo modo per accedere alle risorse del tuo ufficio da casa o da qualsiasi altra rete in sicurezza e la VPN Cisco è una delle più efficienti e robuste. Una VPN Cisco può essere configurata in due modi: utilizzando direttamente i dati di autenticazione oppure un file PCF. In questo articolo, vedremo come configurare una VPN Cisco utilizzando un file PFC su di un sistema Ubuntu. Prima di tutto, assicuriamoci che il client vpnc sia installato. Quindi apriamo un terminale e digitiamo:
$ sudo apt-get install vpnc

Arriva WordPress 3.9

E' previsto per questa settimana il rilascio della versione stabile di Wordpress 3.9. Pur non essendo moltissime le novità introdotte, appare chiaro l'impegno nell'aggiornare componenti importati del CMS come preparazione per l'introduzione di grandi novità.

Aggiornato editor visuale (TinyMCE) e migliorata gestione media

La novità sicuramente più interessante riguarda l'aggiornamento di TinyMCE, l'editor utilizzato dagli utenti per scrivere pagine e articoli. Oltre all'aumento di performance e all'aspetto più accattivanante, questo aggiornamento migliora notevolmente la gestione dei file multimediali, in special modo delle immagini.

Connect to Cisco VPN from Ubuntu using PCF file

Virtual Private Network (VPN) is a great option to access to your office resources from home in secure way and Cisco VPN is one of more efficient and robust type of VPN. Cisco VPN configuration can be setup in 2 ways: using authentication data or PCF file. In this article, we will describe how to setup Cisco VPN using PCF on an Ubuntu system. First of all, we need vpnc client, so let's open a terminal and digit:
$ sudo apt-get install vpnc

Il fenomeno Telegram. A cosa è dovuto?

Il 20 Febbraio 2014, Facebook ha annunciato l'acquisto della famosissima applicazione per smartphone WhatsApp per la modica cifra di 19 miliardi di dollari. Lo stesso giorno, 500,000 persone hanno installato sui propri telefoni una certa applicazione chiamata Telegram, dando così il via ad un fenomeno che dopo soli 4 giorni ha prodotto 8 milioni di nuovi iscritti, come testimoniato da alcuni tweet dell'account ufficiale tra i quali, forse, il più emblematico è quello che annuncia la necessità di potenziare la loro rete di server per far fronte all'espansione:

Tutti con la testa fra le nuvole (Cloud)

Negli ultimi anni l'utilizzo di servizi in Cloud si è diffuso con sorprendente velocità anche in Italia. Sempre più utenti ed aziende sfruttano gli enormi vantaggi dati dall'impiego di questa nuova tecnoligia. Molti utilizzatori, tuttavia, non hanno idea di essere tali. Di fatto, utilizzano questo tipo di servizi ogni  giorno senza rendersene conto. E' molto probabile che tra questi ci sia anche tu che stai leggendo questo articolo ed ora ti mostrerò il perché. Ma procediamo con ordine.